mercoledì 11 novembre 2009

C'è un giudice a Besancon

Comincio a pensare che la Corte europea dei diritti dell’uomo serva davvero a qualcosa; dopo aver condannato l'Italia a indennizzare una cittadina danneggiata dall'imposizione del crocifisso a scuola, ha dissuaso la Francia dal negare l'adozione ad una single (da loro è previsto) per la sua omosessualità.

7 commenti:

Marcoz ha detto...

Vorrei, qui, dissuadere il single dai propositi di crescere un figlio da solo, così come suggerisco alle coppie di pensarci bene prima di farne, o adottarne, due: sono entrambe situazioni in cui sei marcato a uomo; senza considerare il secondo caso in cui spesso ti ritrovi in inferiorità numerica. E, garantisco, è durissima.

Arci ha detto...

discutibile la legge francese che consente l'adozione ai singles e si presta ad aggiramenti della norma che la esclude alle coppie gay, ma è giusto che il single non possa essere discriminato per le tendenze sessuali.

Questa materia diventerà sempre più incasinata.

egine ha detto...

condivido con Arci, materia sempre più incasinata,
single ma non gay o gay ma non single senza pensare
ai transessuali che incalzano, Marcoz sottolinea
la difficoltà gia grande in una coppia normale 2
persone, ma come sempre è avvenuto certi limiti
si superano col cambiare della società, per cui
bene per quella single, nulla è scontato non ci
sono garanzie di riuscita solo col tempo ci adegueremo alle nuove anagrafi.

Ugolino Stramini ha detto...

MARCOZ, sei l'esempio luminoso di un padre che fa del suo meglio consapevole che non è sufficiente ma anche che non è umanamente possibile fare di più.

ARCI, dice bene la Corte: l'essere una coppa gay puo costituire una carenza di requisiti ma non una causa di esclusione; la differenza può apparire sottile ma non lo è. Il termine che usi tu, elusione, non è corretto; si elude una norma prescrittiva, un divieto. Qui si parla di requisiti da possedere e non di caratteristiche da non avere.

EGINE, 'nce se sta'a capi' più'ncazzo! Comincia un mondo, un mondo diverso, ma fatto di sasso, chi vivrà vedrà.

Arci ha detto...

io ho detto elusione? e dove? ho detto aggirare. ;)

Tess ha detto...

e' un fallimento del diritto nazionale

Ugolino Stramini ha detto...

ARCI, vero, scusa, hai detto così, ma il succo non cambia; un divieto può essere aggirato; la mancanza di un titolo invece può essere compensata con il possesso di un altro titolo.

TESS, a vederlo mezzo vuoto. A volerlo vedere mezzo pieno, una sintesi più alta (scomodando Hegel)