lunedì 5 gennaio 2009



In queste settimane di offensiva israeliana, hanno ripreso vigore un po' tutte le interminabili discussioni sulla questione israelo-palestinese.
Questo video mi ha colpito perchè propostomi e propostoci da un blogger generalmente lucido e attento, che anche quando esprime ragionamenti per me non condivisibili, li formula sempre in modo sensato e stimolante.
Questa volta invece, sullo slancio di uno di quei suoi ragionamenti, cade nella trappola della propaganda e scaglia la sua pietra contro Hamas, che per altri motivi potrebbe pure meritarla, sulla base di un video montato ad arte, senza alcun valore documentale, che qualunque videoamatore potrebbe confezionare in modo equivalente contro qualsiasi gruppo sociale con un qualsiasi intento diffamatorio preordinato.
Immaginate quanto facile potrebbe essere denunciare l'educazione machista e guerrafondaia che diamo ai nostri pargoli montando una sequenza di immagini di piccoli rambo, di wrestler in miniatura, gormiti scatenati, per non parlare dei videogiochi che lasciamo usare ai nostri bambini, e, lasciatemelo dire che ce l'ho sul gozzo da mesi, le immagini di Alessandro Greco che presenta il programma per bambini "Il gran concerto" brandendo e puntando sul giovane pubblico un moschetto molto verosimile.
O un video sui costumi sessuali occidentali dove la donna è ridotta ad adoratrice del fallo (non sono parole mie) e oggetto di sevizie e violenze spacciate come piacere.
Non ho visto in questo video niente che distingua questa guerra schifosa da tutte le attuali e le precedenti.
Ho visto invece vistose imprecisioni, a cominciare dalla truppa osannante Arafat, odiato da Hamas, quindi non ad essa riferibile, o le foto di anonimi giovani miliziani scuri di pelle, forse anche troppo scuri per essere palestinesi, che per quanto ne so io potrebbero essere impegnati in molti altri conflitti.
Dello spettacolino danzante in mimetica non potrei dire di peggio di quello di Greco sulla Rai, quindi...
Unica immagine veramente significativa è quella della prima donna kamikaze palestinese, che si fa immortalare con uno dei suoi due figli in braccio, prima della missione suicida. Se vogliamo liquidare in fretta la questione diciamo che era una invasata fantica psicotica; e se non fosse solo questo?
Continuiamo pure, io lo farò, ad interrogarci su un dramma come questo, ma cerchiamo di lasciar fuori chi senza alcun intento di cercare di comprendere, vuole solo rappresentare e diffondere le proprie paure e le proprie insicurezze per trincerarsi ulteriormente nel suo rifugio fideistico.


Aggiornamento: ecco un primo esempio di propaganda destinata ai bambini.


13 commenti:

IL LAICISTA ha detto...

Forse sarà come tu dici, del resto non sono in grado di smentirti.
Ne ho trovato un altro, guarda se questo ti sembra più attendibile: http://www.corriere.it/esteri/08_febbraio_26/palestina_propaganda_hamas_per_bambini_8c58fe0a-e44a-11dc-9486-0003ba99c667.shtml

Ciao

IL LAICISTA ha detto...

Ho aggiornato il post linkando sia il tuo post che il nuovo video che ti ho segnalato sopra, compreso l'articolo del Corriere della Sera.

Fammi sapere la tua opinione, ciao :)

gians ha detto...

la prendo da molto lontano, caro amico mio. ma da conterranei quali siamo, vorrei portarti come esempio quello delle faide interne alla nostra regione, roba che fà sorridere in confronto, chiaro, ma ti inviterei a ripensare allo stile educativo anche se in scala ridotta, delle famiglie coinvolte. dove la vendetta prende lo spazio a qualsiasi ragionevole logica, le armi hanno il sopravvento. per questo quanto pubblicato da il laicista mi pare attendibile, magari esasperato ma non molto dissimile dalla realtà. un saluto.

ps, mi spieghi come mai il tuo blog si aggiorna in stile "ansa"?

la bislacca ha detto...

Beh, Ugolino: il filmato di Walt Disney è una parodia-sfottò, mica propaganda.
Quanto al filmato pubblicato da IL, può essere che ci siano molte imprecisioni, ma lo sanno tutti che Hamas "educa" i propri figli ad uccidere.
E questo senza togliere ad Israele le sue colpe.
Tuttavia, e questo è un punto di vista personale, non riesco a capire come mai i figli e i nipoti delle vittime dell'Olocausto, giustamente celebrati e ricordati, soprattutto da una sinistra che se ne è sempre fatta vanto, manco noialtri fossimo tutti eredi di Hitler, nel caso di questa lunga e orribile guerra mediorientale vedano nei "sionisti" il principio di tutti i mali.

babbo ha detto...

---nel frattempo che giustamente continuiamo a parlarne, chi di dovere come al solito, non fa nulla per fermare lo scempio anzi, cerca di capire cosa riuscirà a guadagnarci da questo ennesimo massacro.
Tutti nessuno escluso.

per prenderla larga
L'imperatore Tito
Samuel Montagu
Joseph Chamberlain
David Ben Gurion
Fawzi el Kawukji
Fakri al Nashashibi
Amin el Husseini
(Abu Ali) Adolf Hitler
David Stirling
Harold Philby
Walter Edward Guinness
Gilbert Clayton
as Sayyd Abdullah bin al Husayn
e ancora
Moshe Dayan
re Ibn Saud
re Faruk
Franklin Delano Roosevelt
re Feisal
Nuri el Said
Abdullah ibn al Husain
Shukri al Quwatli
Chaim Weizmann
si è proprio un fiume di nomi, (ancora ne mancano)fiume rosso come il sangue dei popoli che hanno avuto la sfortuna di incrociare il loro destino con questi personaggi.

BABBO

Ugolino Stramini ha detto...

|--->ILLAICISTA, ho visto; dando per buona la traduzione, mi sembra un documento molto più attendibile, che dimostra una propaganda che esiste e non intendevo mettere in dubbio.
Quello che intendevo evidenziare nel post, e nella successiva aggiunta, è che non mi piace rispondere alla propaganda con altra propaganda, e quel video ne è un pessimo esempio.

Nel merito, come accennavo anche nel post, trovo riduttivo liquidare la scelta di farsi martiri come una patologia psichica qualsiasi. Cosa possa spingere una giovane donna colta e madre di due figli a farsi esplodere in un luogo affollato di civili credo dovrebbe formare maggiore oggetto della nostra riflessione, magari rileggendo in chiave comparata episodi simili tramandati dall'epica della resistenza, del risorgimento e della persecuzione dei cristiani nella Roma imperiale.
Ma non basterà un post...
(grazie della citazione)

|--->GIANS, non lo nego, vedi la risposta a IL.
Sulla vendetta sarò costretto a postare qualcosa di più specifico, come in qualche modo ho promesso anche a davide.

O.T. ho messo il refresh automatico della pagina, per avere sempre i numerosi feed sempre aggiornati, ma sui video di youtube non è molto funzionale, perchè ne interrompe la riproduzione. Avrei voluto che si aggiornassero solo le barre laterali ma non ci sono ancora riuscito. Per adesso ho optato per un tempo molto lungo, poi vediamo: l'ho detto che hoi muratori in casa :-)

|--->BISLACCA, so che sulla questione mediorientale sono in minoranza e che mi trovo contro anche gli amici più cari.
Cerco solo di non sacrificare nè Platone nè la verità, in un difficile equilibrismo.
Non posso pensare che tu non riesca a vedere propagandistico un cartone dove un personaggio amatissimo dai bambini fa la parodia di un capo di stato straniero; se non è propaganda questa, tu come la immagini?
E inciampi anche su un "lo sanno tutti che...", certamente non proprio l'incipit di un ragionamento almeno nell'intento obiettivo.
Dopo quelle parole, in genere, viene profusa come minimo una sciocchezza enorme, quando non di peggio.
Mi dispiace: bocciata :-)

p.s. sul sionismo come orgine del problema vedi il mio post "Agosto, blogroll mio non ti conosco" dell'agosto del 2007.

|--->BABBO, non ho scatenato google per vedere chi sono tutti questi signori, ma da quelli che ho riconosciuto, intuisco.
Io ho già espresso la mia teoria: con il sorgere dell'economia del petrolio occorreva destabilizzare l'area che ne era più ricca, per contrastarne l'ascesa; i sionisti si sono resi disponibili e ci si è garantiti un secolo di rovina; il secolo sarebbe passato, e forse la storia stà arrivando alla fine...

|bp| ha detto...

è arrivata LA donna!!!!

Francesca ha detto...

Anche questi sono per te "propaganda sionista"?

http://il.youtube.com/watch?v=tqe8sga-ClM

http://il.youtube.com/watch?v=J_NCqgD8gvc&feature=channel

http://il.youtube.com/watch?v=ZIhMx2C2IuU&feature=related

Anonimo ha detto...

Di tutti i pezzi presenti nel video pubblicato dal laicista ho visto gli interi video originali: non sono affatto "estrapolati ad arte": sono stati scelti per dare un'idea precisa dell'insieme, e non sono neanche i più truculenti: ho visto anche di molto peggio. L'unica critica che muoverei al post del laicista - e che ho infatti mosso nei commenti da lui - è che le stesse cose che oggi si imputano ad hamas le ha SEMPRE fatte la "moderata" autorità palestinese, come in quattro gatti stiamo denunciando da almeno otto anni, nella totale indifferenza di mass media, politici, opinione pubblica, associazioni per l'infanzia come Save the children ecc. ecc.

barbara ha detto...

ho dimenticato di firmare.

Davide ha detto...

torno con Calma.

Arci ha detto...

caro Ugolino, le guerre sono tutte schifose e meglio di tutti le ha descritte l'antisemita Celine.
Tuttavia penso che se tra 2-3 settimane tutta da dirigenza Hamas sarà stata eliminata il mondo non avrà perso gran che mentre i palestinesi avranno guadagnato molto.
;)

Ugolino Stramini ha detto...

ARCI, sei un inguaribile ottimista; da te continuo ad aspettare un segno che hai messo in relazione Hamas con La Giovine Italia. Io aspetto.