lunedì 14 dicembre 2009

A ben guardare...


... sarebbe abbondantemente ora di postare qualcosa di nuovo, qualcosa sull'attualità più scottante; o qualcosa di spiazzante, come De Andrè che in pieno clima rivoluzionario pubblica un album sulla vita di Gesù, o qualche boiata straniante. Invece no. Pazienza.

16 commenti:

enne ha detto...

http://www.berlusconi-game.com/index.it.html

Che ne pensi?

gians ha detto...

Dove sta l'altra parte della mela? ;)

Marcoz ha detto...

A me questa immagine ricorda una macchia del test di Rorschach.
Dottore, che dice, è grave?

Ugolino Stramini ha detto...

ENNE, da questo PC non riesco a vederlo, ma immagino sia un gioco ispirato all'aggressione a Berlusconi, quindi una stronzata!
Ne ricordo uno simile dove le vittime erano gli extracomunitari, qualcosa come "affonda il clandestino". Un'altra stronzata.

Ti ho visto in giro, in coppia con un nostro comune amico, a bastonare cretini; non mi ha rallegrato. Il colpo ha scosso anche me, davvero, e capisco che, per motivi personali, legati alla propria storia, le sensibilità sono necessariamente diverse, e alcuni possono essere stati colpiti dalla cosa più di me.

Però, come dico sempre io, alle reazioni di pancia bisogna far seguire al più presto quelle di testa.

Pensa che la satira di alcuni, in questo caso, ha lo stesso valore che un augurio di pronta guarigione; continuare a schernirlo come sempre è in fondo una manifestazione di fiducia nella lievità delle ferite e nella sua pronta guarigione, considerarlo sempre al comando; ti assicuro che se la cosa fosse diversa, e io non glielo auguro, certa satira "accorta" cesserebbe all'istante.
Quelli che infieriscono sul corpo del nemico morto sono un'altra razza, e non stiamo parlando di quelli.

GIANS, guarda dietro lo schermo!

MARCOZ, sapessi chi è quello che citi!!!

Arci ha detto...

il comune amico non ha mai bastonato nessuno, nemmeno quando era l'ora giusta, ma adesso il cretinismo è diventato endemico ... e con tutto il rispetto per l'uso della testa, osservo che bisogna anzitutto averne una ;)

dico bene N?

davide ha detto...

...eccoti quasi inconsapevole tra i commenti, con qualcosa di nuovo, qualcosa sull'att più scott...ti ho messo un altro più, Ugolino.

egine ha detto...

io non riesco a capire hai postato mezza mela, ieri alle
19.30 e ci sono gia la bellezza di 5 commenti, è
chiaro che tutti noi vogliamo prendere le distanze
dalle micidiali imbecillità che si diffondono in questi
giorni a causa del ben noto incidente, è lodevole
scorgere quindi il tuo imbarazzo, però oggi
provando pressapoco le stesse sensazioni, ho scritto
un post con l'altra mezza mela, e finora ho solo un
commento quindi per favore fai circolare la voce,
un abbraccio.

ps.la parola questa volta è cousso?

gians ha detto...

Lo sai che sono un perverso, ma non mi dirai che hai fatto l'insano gesto di spendere tanti soldi per un Apple?

Tess ha detto...

e poi la mela è il frutto del peccato per eccellenza ;-)

Ugolino Stramini ha detto...

ARCI, diamoci tempo.

DAVIDE, dicono tanto male dei blogger, ma ce n'è qualcuno che vale la pena frequantare. Grazie.

EGINE, non pensare a cosa può fare il tuo Paese per te ma a cosa puoi fare tu per il tuo paese! (forse, ripensandoci, ho sbagliato citazione)

GIANS, ma cosa vai a pensare? se non c'era neanche il sedile di dietro :-)

TESS, niente titoli, grazie, puoi chiamarmi tranquillamente "Eccellenza"

gians ha detto...

Che coraggio farlo in piedi fuori dall'auto, con questo freddo poi.

Tripti

enne ha detto...

Arci ed io bastonatori?
Ma no, Ugolino: è che, a mio avviso, buona parte della responsabilità morale ce l'ha quel minus habens del trattorista molisano.
ma è solo la mia opinione.
Notte. :)

raser ha detto...

di de andrè al momento non ce n'è... purtroppo

Tess ha detto...

Metà o intera, buon Natale

NicPic ha detto...

sei un inguaribile ottimista: avresti potuto mostrare la mezza mela che non c'è, invece no. Auguroni Ugolino, ci si risente a gennaio.

davide ha detto...

ciccio?!
ti penso là nell'isola che c'è e vi abbraccio, tutti.
buone feste.

p.s.
la parola è gents