mercoledì 20 giugno 2007

Dal vangelo secondo Luca

(6,43) Non c'è infatti albero buono che faccia frutti cattivi, e nemmeno albero cattivo che faccia frutti buoni.
(6,44) Ogni albero infatti si riconosce dai suoi frutti.

36 commenti:

poldone ha detto...

totalmente in disaccordo.

se cosi fosse i buoni e i cattivi sarebbero due stirpi separate e distinte dalla notte dei tempi. invece e' proprio la possibilita' di generare del bene dal male, e viceversa, che rende la vita cosi' interessante. almeno credo.

rocca ha detto...

non penso parli di stirpi separate, ma di educazione.
uno deve essere "educato" al bene.
secondo me è di fronte a qualcuno che ti ama che tu impari ad amare.
più o meno.

poldone ha detto...

sorry, ho usato il termine stirpe impropriamente. pero' il concetto dovrebbe restare. spero.

bp ha detto...

azz saggezza vangelica...
dove siamo arrivati!!


ugolì un forte abbraccio..:)

Anonimo ha detto...

L'uomo, l'albero e il frutto

L'uomo buono trae fuori il bene dal buon tesoro del suo cuore. Il bene del nostro cuore sono i frutti che noi produciamo. L'albero buono, infatti si riconosce dai suoi frutti. Così anche l'uomo si riconosce dalle sue opere. Uno che non fa ciò che il Signore ha detto di fare si può chiamare Cristiano? Sul marciapiede giaceva un giovane, è passato uno che chiamavano medico, era medico? Nella stanza a fianco da un'ora sta piangendo un bimbo, quella che sta guardando la telenovela è forse sua madre? In un convento ogni frate va per conto suo, colui che dice di essere guardiano lo è davvero? Le parole valgono poco. Non contano nemmeno le invocazioni al Signore, se non sono accompagnate dal compimento della sua volontà. Occorre l'ascolto e la pratica. Diversamente la vita diventa precaria, senza fondamenti. A parole o con le intenzioni siamo tutti cristiani perfetti. Proviamo ad esserlo anche con i fatti.
E'per questo movimento antipedofilia di cui ti stai facendo promotore che mi ha dato l'imput per cercare queste belle parole e lasciarle sul tuo blog.Noi uomini siamo promotori e fruitori del nostro destino e del nostro futuro per cui ogni buona azione sicuramente dà i suoi buoni frutti, come le male azioni purtroppo causano disastri.
Vi è speranza che i nostri messaggi arrivino nel cuore di uomini senza coscienza e che si possa estirpare il male dell'uomo fatto all'altro uomo.
Quel male che dà tanto dolore a Dio e che oltraggia il valore e la dignità dell'altro uomo
Un caro Saluto da Maria .

frine ha detto...

Sì, magari il termine "stirpe" non era appropriatissimo, ma il concetto era chiaro, Poldone. E io sono daccordo con te. Mica succede sempre che da un buon albero nasce un buon frutto.
Frine

egine ha detto...

la botanica non ci aiuta, e questo
è un fatto, direi che la vita è una
continua sorpresa, da pirla leggendari
nascono figli operosi stravaganti e
inaspettatamente geniali, e viceversa
pensate al padre di Giovanardi..

fioredicampo ha detto...

Un brutto albero difficilmente darà buoni frutti (ci sono sempre le eccezioni), mentre è più probabile che un albero bellissimo faccia frutti cattivi se manca il sole, se manca la pioggia, se è troppo freddo, se è troppo caldo.
E' una visione un po' pessimistica, lo so, perché dimostra una tendenza al peggioramento, ma è abbastanza in linea coi tempi che viviamo. Impossibile infatti non accorgersi della dilagante madelucazione, disonestà, cattiveria, egoismo (per non dire di peggio)sicuramente più frequenti che "ai miei tempi" e presenti anche dove non immagineresti di trovarli!
Un abbraccio.

rocca ha detto...

non è che in automatico da un albero buono nascono gli angioletti e da un albero cattivo nascono i cattivi.e quindi la legge è che se mio padre è un uomo di mer.. anch'io lo sarò. non è questo. ho parlato di educazione, nel senso che il bene lo devi "vedere" nella vita, ti deve essere dato per porterlo dare.l'albero non è solo i nostri genitori, ma magari è un amico che incontri nella vita, un libro che hai letto, qualcosa che è capace di cambiarti, che ti fa accorgere della bellezza. è da un albero così che nascono i frutti buoni.

Ugolino Stramini ha detto...

---poldone, credo che dei due versetti il principale sia il secondo, che dice che l'uomo si riconosce dai suoi atti, e di conseguenza, è buono chi compie buone azioni ed è malvagio che commette azioni cattive.
Nessuna condanna alla dannazione eterna per nessuno, al contrario la possibilità per tutti di redimersi facendo il bene.

p.s. ti facevo più ossequioso delle scritture, me le hai consigliate tu!

---rocca, pensiero mazziniano!

---bp, atei si, laici pure, ma mica condannati a cibarci di ghiande!
Nu 'vasu, si dice cosi?

---maria, credo che tu sia allineata al messaggio evangelico; occhio però, non è un invito ad una passeggiata: comincia a vendere ciò che hai e dallo ai poveri, senza chiedere niente in cambio, a chi ti percuote, porgi l'altra guancia, a chi ti prende il mantello dai anche la veste, lascia famiglia, casa e lavoro e seguilo, gioisci quando verrai martirizzato, perchè è così che entrerai nel regno dei cieli. Pronta?

poldone ha detto...

#rocca: mi trovo daccordo con l'ultimo tuo commento. in effetti l'albero, in senso lato, puo' essere l'insieme delle nostre esperienze.

#ugolino: io non sono mai ossequioso. la lettura te l'ho consigliata (e me la sono consigliata) perche', appunto, mi piace arrampicarmi un po' su tutti i rami dell'albero. :)

bp ha detto...

Nù VAS...

egine ha detto...

uuuuuuuuuuuhhhhhhh come sono offeso,
uuuuuuuuuuhhhhhhhh come l'ho presa male !!!!!

ugolino stramini ha detto...

---frine, come sopra, come fa un albero ad essere buono se da frutti cattivi? come puoi dire che uno è un peccatore se fa il bene? io penso sia questo il concetto.

---egine, pover'uomo, con tutti i soldi che ha speso per farlo studiare!

Comunque non credo, e rispondo anche a rocca2, che il testo dicendo frutti si riferisse ai figli, ma alle opere, o più in generale alle conseguenze pratiche di un qualsiasi fenomeno; per esempio: l'educazione sessuofobica non e buona o cattiva se non in relazione ai benefici o ai danni che produce (che ci posso fare, la lingua batte dove il dente duole).

p.s. cos'è che hai preso male?

---fiore, allora questi tempi sono un cattivo albero, e vanno abbattuti!

egine ha detto...

il fatto che tu mi avessi ignorato,
sai siamo bambini permalosi, si
lo so che più che ai figli ti
riferivi alle opere, e su quelle
sono intransigente:) chi opera bene
è bravo e gli altri come giovanardi
devono morire

alba ha detto...

se vuoi un'albiccocca, non cercarla su un ciliegio.

questa tepiaze?

mi viene in mente anche una battuta del Corrado Guzz: porgi l'altra guancia e se non lo fai, fa niente, cambio io la mano!
:)
salut

ugolino stramini ha detto...

---egine, non ci crederai, ma la risposta a te era gia scritta quando ti sei lamentato, ma era prigioniera di una pagina dei commenti che non riuscivo a far funzionare; infatti la postilla l'ho aggiunta dopo!
Nel merito: giusto! come Giovanardi (e Buttiglione)

ugolino stramini ha detto...

---alba, benvenuta.
:)))))))))))))))))))))))))))))))))))

rocca ha detto...

mmmh..le opere pie non mi piacciono, anzi le schifo pure un pò. che il bene mica si fa con le opere. mica si conta.si è.
comunque cò tutti sti alberi e sta frutta alla fin fine m'è venuta voglia di macedonia.

alice ha detto...

no io a questa storia non credo
se non altro per rivendicare il mio essere frutto diverso dall'albero

Anonimo ha detto...

Io sono già in cammino come tanti, guai se non fosse così, il mondo sarebbe già macchiato di maggiori orribili nefandezze, a volte dico che basta poco per essere allineati al pensiero cristiano( ma quello vero) per poter ottenre i frutti desiderati.Basta fare il proprio dovere giorno per giorno.Maria.

egine ha detto...

>alice la vuoi smettere di sorprendermi !!!

ugolino stramini ha detto...

---rocca, hai detto "innamorata da 6 mesi" e corrisposta da 5; questa voglia di macedonia; sarai mica...

---alice, è il vangelo secondo luca, eh, mica l'almanacco di topolino!!!

p.s. non parlava dei figli ma delle opere, lo sai.


---maria, col nome parti avvantaggiata, ma sul cammino credo tu debbe affrettare il passo, sai, la lista è lunga!

---egine, pure tu mi hai sorpreso!

alba ha detto...

GIOVANARDI: UN UOMO SCOLPITO NELLA LONZA!
:)

rocca ha detto...

mmmh...
sarà mica..giovanardi?

Anonimo ha detto...

Ogni albero infatti si riconosce dai suoi frutti.

sante parole :-)
Yzma

poldone ha detto...

#alba su giovanardi: ti avviso quando smetto di ridere.

e comunque, voi ce la mettete la banana nella macedonia? no perche' il mio parroco dice che e' peccato. soprattutto con la buccia.

rocca ha detto...

la banana da sola mica è peccato.
ma la macedonia con banane e fichi si può fare solo dopo il matrimonio.

egine ha detto...

Luca e la banana ci devo riflettere!

Marcoz ha detto...

Ma piantatela, tutti quanti!

ILLAICISTA ha detto...

E i frutti di quelle parole, quali sono stati?

poldone ha detto...

#rocca: allora ho vissuto nel peccato ortofrutticolo per dieci anni.

#marcoz: promesso!

#illaicista: una risata?

bp ha detto...

ciao maschietto ugolì...
e buona giornata!

Ugolino Stramini ha detto...

---alba, rocca & poldone, guardata che c'è davvero di molto peggio che Giovanardi, non ha la mia stima politica ma è uno che la sua pagnotta parlamentare se la suda come pochi; triste dirlo, ma ce ne fossero...

---rocca, non nicchiare!

---poldone & rocca & egine, libera uscita? a tal proposito, se non lo conoscete già, vi consiglio di seguire il link "il culo di hank" che trovate di fianco: molto istruttivo.

---marcoz, lasciali giocare, è un blog!

---illaicista, tra gli ultimi frutti degenerati, i funerali negati a Welby e il Family Day, ma se vuoi la lista è lunghetta, ce l'hai un anno di tempo?

---bp, maschietto a chi? rocca diglielo tu che capisci l'universo femminile!

Ugolino Stramini ha detto...

---yzma, non dubitavo del tuo apprezzamento, però, mi piacerebbe anche una tua opinione sulla mia prima risposta a maria, nei commenti precedenti.

rocca ha detto...

uhm..io capisco?
ma piantiamola tutti quanti!
e speriamo che faccia buoni frutti